Grissini

I Grissini: uno dei prodotti più amati e autentici della tradizione culinaria italiana

Il grissino è una sfiziosa tradizione italiana diffusa ormai in ogni angolo del mondo: la croccantezza, caratteristica che rende il grissino unico e speciale fa sì che si tratti di uno dei prodotti più celebri della gastronomia italiana.

Leggero, semplice, gustoso, il grissino deve il suo nome a uno speciale tipo di pane piemontese, dall'originale forma lunga e sottile. Di tradizione molto antica - si dice infatti che fu inventato nel 1679 nella corte del re Vittorio Amedeo II - il grissino unisce in sé alcune caratteristiche che lo differenziano e rendono un prodotto unico rispetto al comune pane tradizionale. In primo luogo la maggior disponibilità a essere conservato senza che abbia inizio alcun processo di deterioramento, oltre che una cottura più uniforme rispetto ad altri prodotti da forno con la conseguenza di risultare molto digeribile e leggero, privo di mollica com'è. Amato da tantissime persone di ogni età, il grissino è inoltre privo di OGM e altri additivi o coloranti.

Realizzato principalmente con farina 00, sale, lievito ed acqua, il grissino conosce un'immensa fortuna presso tutte le tavole: le sue innumerevoli varianti lo rendono versatile e abbinabile con una gran quantità di cibi e condimenti, risultando sempre sfizioso e stuzzicante. Alcuni produttori di grissini aggiungono, per esempio, latte o olio d'oliva nell'impasto base, altri burro o strutto di origine animale oppure spezie a aromatizzanti che esaltano il gusto croccante del grissino.

Tra i più diffusi e apprezzati ricordiamo i classici grissini all’olio d’oliva o alle olive, i grissini al sesamo, i grissini senza lievito, ancora più leggeri e digeribili, e i grissini con lievito madre, preferiti dai patiti della ricetta tradizionale. Anche i grissini di pasta sfoglia o i grissini di sfoglia sono tra le varianti più acquistate e consumate sulle tavole degli italiani, insieme a una recente novità, i grissini dolci, che spopolano tra i più golosi e i più giovani: da provare assolutamente nella versione al cioccolato e ripiena.

Alcune versioni variano poi, oltre che nella preparazione, anche nella forma, diversa da quella tradizionale, allungata e presentano dei grissini tozzi, corti oppure con varie forme. La foggia tradizionale del grissino piemontese varia dai 40 cm agli 80: il risultato è un grissino dall'aspetto nodoso dovuto alla lavorazione artigianale condotta a mano. Sono tantissime poi le varianti presenti in commercio che reinventano il tradizionale grissino piemontese in forme e gusti audaci e innovativi, perfette per essere protagoniste di abbinamenti e fantasiosi accostamenti. Salati o anche dolci, i grissini sono sempre ben graditi sulle nostre tavole e sono reperibili anche online nel nostro store, dove potrai scegliere le tipologie che più si addicono ai tuoi gusti.

Secondo una curiosa ricerca effettuata di recente, circa il 71% degli italiani dichiara di amare i grissini e di considerarli lo snack prediletto da sgranocchiare in diversi momenti della giornata.
Tuttavia, quali sono, sempre secondo gli italiani, i migliori momenti per gustare un grissino? Distribuiti nell'arco del giorno, vengono consumati con incidenza maggiore durante la cena e il pranzo e assaggiati anche durante l'aperitivo tra amici e colleghi oppure come spuntino mattutino.

Il fatto che siano secchi, che non ungano e che siano facili da trasportare li rende perfetti come snack da consumare in ufficio, a scuola, nelle gite e in giro per la città. Abbinati spesso e volentieri con salumi e formaggi, i grissini dimostrano in molti casi di essere preferiti al pane; ideale è anche il loro abbinamento con formaggi e creme da spalmare, salse, pesce, carni o verdure. C'è chi ama sgranocchiare i grissini in accompagnamento a vini e altre bevande e chi invece preferisce gustarli soprattutto da soli. Ad ogni modo, i grissini rimangono uno dei prodotti più amati e acquistati dagli italiani, e non solo.